Articoli

#Christmasiscoming: tempo di regali in ufficio

Manca poco al Natale e se non hai ancora pensato ai regali, vuol dire che anche quest’anno sei ufficialmente in ritardo. La stella di Natale alla nonna, il libro al papà, un maglione alla mamma, fidanzati e amici… Ti sei ricordato di tutti? Assolutamente no, nell’elenco manca colui con cui dividi la stragrande maggioranza delle tue giornate, gioe (poche) e dolori (tanti): il collega d’ufficio.

Nel mondo del lavoro esistono diversi tipi di “collega”, per questo la ricerca del regalo non è sempre semplice. Per ognuno bisogna trovare il pensiero adatto, vediamone alcuni insieme.

In tutti gli uffici esiste il goloso: passa le serate di fronte ai fornelli per cucinare deliziosi manicaretti da portare il giorno successivo al lavoro e suscitare l’invidia di chi lo circonda. Alle dodici in punto chiede “nessuno ha fame?”. Unico problema sono quei terribili barattoli tenuti insieme da elastici e scotch che si porta sempre dietro. Quindi il regalo perfetto per il goloso è la cara e vecchia schiscetta, con vari vani per le diverse pietanze, porta condimenti, e posate; Amazon ne offre una vasta scelta.

Dopo il goloso, secondo classificato è il viaggiatore. Sempre in giro per il mondo, organizza viaggi fai da te talmente bene da fare concorrenza a un tour operator e ha visitato così tanti paesi da non riuscire a ricordarli tutti. Un regalo gradito con cui rinfrescargli la memoria potrebbe essere Pinworld: planisfero di feltro dotato di puntine per fissare luoghi e memorie dal mondo, prodotto da Città del Sole.

Vi sembra di avere di fianco Brontolo? Vuol dire che lavorate con un lamentoso. Meglio non rivolgergli la parola di lunedì e sviluppare una sordità selettiva a tutte le sue lagnanze. Per fargli capire che la vita va presa con positività, regalategli la tazza “today is a good day to smile di Mr Wonderful, chissà che riusciate a farlo diventare un po’ più allegro.

Ultimo nell’elenco, ma non per importanza è il tecnofobico. Computer, stampanti, e anche la macchinetta del caffè ce l’hanno con lui e lo puniscono bloccandosi, inceppandosi e saltando in aria. Vorrebbe vivere nel XIX secolo, quando “tutto era più semplice”. Lasciatelo di sasso con “Lettere a me stesso” di Redmond Lea. Si tratta di un blocchetto di lettere da scrivere ed indirizzare al se stesso del futuro; un’idea regalo retrò.

Ora non avete più scuse, cliccate e acquistate!

Quando la Panda si compra con un clic

Il principale vantaggio dell’acquisto di un’auto tramite Amazon? Oltre all’indubbia comodità, uno sconto sul prezzo di listino dal 20 fino al 33%, superiore a qualsiasi altro si possa ottenere in concessionaria. 

Non sono sogni di speranzosi acquirenti, ma il sunto dell’accordo siglato da FCA e Amazon, che consentirà di acquistare tre modelli di auto Fiat proprio dal popolarissimo e variegato portale di e-commerce internazionale: i modelli 500, 500L e Panda, tutti rigorosamente nel più ricco allestimento “Lounge”, potranno essere comprati con un clic.

L’auto si potrà fermare su Amazon.it con l’acquisto di un “kit di benvenuto” di 180 euro, che assicurerà l’accesso ai vantaggi della promozione. Successivamente il servizio clienti di Amazon contatterà il cliente per individuare il concessionario presso cui finalizzare l’acquisto dell’autovettura prescelta e concordare i termini della consegna, in circa 15 giorni dal momento dell’acquisto.

Ora fra il cliente e l’acquisto di una Fiat ci passa un clic ha commentato Gianluca Italia, responsabile FCA per il mercato italiano. FCA non ha specificato quanto durerà l’offerta: non per sempre, questo è certo. Intanto però, questo accordo garantirà sicuramente ritorni positivi su tutto quello che è il mondo degli e-commerce, guardati inizialmente con diffidenza ed ora sempre più usati e apprezzati.

E, per finire, va sottolineato che sarà possibile recuperare l’investimento iniziale qualora si decidesse di non portare a termine l’acquisto. Nessun rischio sull’acquisto, in perfetto stile Amazon!

Facciamo la spesa online?

La spesa la vuoi fare in negozio, o preferiresti farti portare tutto comodamente a casa?

Sono passati appena tre mesi da quando Amazon ha lanciato in Italia il servizio Prime Now per le consegne in un’ora. Solo qualche mese, eppure questa settimana porta un’altra novità nel nostro Paese: la vendita di prodotti freschi online, con consegne in tempi record.

Da lunedì 15 Febbraio – spiega l’azienda in una nota – attraverso l’app Amazon Prime Now è possibile acquistare 30 tipologie di frutta e verdura a Milano e in 34 comuni dell’hinterland e saranno consegnati in un’ora o in finestre di due ore, dalle 8 del mattino a mezzanotte, sette giorni alla settimana.

Il nuovo servizio dedicato al fresco si aggiunge ai 20mila prodotti già disponibili come surgelati, prodotti freddi, pane, pasta, caffè, bibite, birre, vini e alcolici. Una novità che segna un ulteriore passo avanti per il commercio online: negli ultimi anni gli acquisti in digitale hanno registrato una continua crescita e ora, grazie alla praticità di questo servizio, si prospetta un’altra vertiginosa impennata per i consumi via web.

Addio quindi alle code alle casse del supermercato e alla lotta per accaparrarsi i prodotti più belli o all’apparenza più gustosi. O forse no? Davvero ci faremo portare la spesa a casa, delegando la scelta di confezioni e prodotti a qualcun altro? Oppure continueremo a frequentare i supermercati, lamentandoci della cassiera lenta o dell’anziano che decide di fare la spesa all’ora di punta del sabato, rallentando la nostra fittissima tabella di marcia?

Voi cosa preferireste?