Siti Web low-cost

Alla fine sono davvero così convenienti?

La risposta è ovviamente no.

Con la diffusione di massa dei siti web e la costante ricerca di visibilità sui motori di ricerca era più che logico aspettarsi che a qualcuno venisse l’idea di creare un così detto “Builder” per, a detta loro, “crearsi un sito web professionale in soli 5 minuti!”

Si è vero, 5 minuti ce li metti anche, ma poi? cosa ti trovi per le mani? un prodotto che a te sembra intuitivo ma che sotto nasconde un’anima da programmatori esperti e smanettoni.

Ma il problema è un’altro sostanzialmente: Ok ho il mio sito web, sono fico, ma adesso cosa ci faccio?
Il sito internet con gestore dei contenuti non è altro che un granello di sabbia per chi naviga nel mare immenso della rete, la punta di un iceberg che scovo solo se ci sbatto il muso o se ci navigo a vista d’occhio.

Ma se su quell’iceberg ci mettessimo un faro? ed è qui che entriamo in gioco noi, che sicuramente 5 minuti non ce li mettiamo, ma  che un po’ di esperienza in quella figura mitologica che prende il nome di “Indicizzazione” l’abbiamo accumulata nel tempo.

Esistono sostanzialmente due forme di indicizzazione: Spontanea e Sponsorizzata, ma non volendo dilungarmi in spiegazioni troppo complesse ed allarmanti, vi dico solo che senza almeno una di queste due anche con il sito più bello del pianeta non andate da nessuna parte, e che chi vi vende un sito al giorno d’oggi come minimo una delle due ve la deve proporre, se non entrambe.

Ora sta a voi scegliere, volete avere iceberg in 5 minuti o un faro che vi permetta di far sapere a tutti dove siete e cosa fate?