vino blu

E tu, berresti il vino blu?

Bianco, rosso… o blu? Tranquilli, non siamo in preda ad un colpo di caldo, semplicemente abbiamo appena scoperto che in Spagna esiste un vino dall’inconfondibile firma oltremare, che sicuramente farà storcere il naso ai molti puristi che ancora vedono il rosè di difficile collocazione nella scala del gusto.

Niente coloranti artificiali per il prodotto della startup Gik, che sta diventando rapidamente nota come l’azienda del vino blu, ma solo un inedito mix di uve iberiche rosse e bianche, con l’aggiunta di alcuni pigmenti direttamente dalla buccia degli acini, capaci di donare ad ogni bottiglia un fascino misterioso. Un colore che, almeno a detta dei creatori, rappresenta il movimento, l’innovazione e l’infinito, e punta ad avvicinare i giovani al vino, rivoluzionando il concetto comune della bevanda.

In vendita in Spagna, Francia, Regno Unito, Paesi Bassi e Germania, in Italia non è stato ancora stato messo in commercio, forse per qualche timore nei confronti della lunga tradizione vinicola che accompagna il nostro Paese.

Ma con cosa si abbina? I più esperti dicono sia perfetto con il salmone affumicato, il sushi, i nachos e, incredibile ma vero, la carbonara. In attesa di poter dare il nostro parere, o solo di soddisfare la curiosità di tenere una bottiglia di vino blu tra le mani, la domanda è quasi scontata: voi lo assaggereste?